Come funziona un Epilatore Luce Pulsata

Nella guida “ Come scegliere l’epilatore a luce pulsata”, abbiamo visto le diverse caratteristiche da valutare in fase di acquisto ed analizzato sia i vantaggi che le controindicazioni di questa tecnologia, ma come funzione nel dettaglio l’epilazione a luce pulsata?

Cominciamo subito con il fare un po’ di chiarezza su alcuni termini che, pur utilizzati comunemente, non risultano propriamente corretti e possono portare a fraintendimenti circa il funzionamento e lo scopo della luce pulsata. Innanzitutto in questo caso si deve parlare di epilazione e non depilazione che si riferisce in modo specifico all’eliminazione del fusto del pelo e non alla sua rimozione integrale e quindi a tecniche come il rasoio e le creme depilatorie. Il termine epilazione invece si riferisce in modo specifico alla rimozione del pelo dalla radice, in questa categoria ritroviamo dunque tecniche tradizionali come la ceretta o la pinzetta, ma anche le nuove tecnologie come il lasere e la luce pulsata laser che, pur non strappando fisicamente il pelo, eliminano il pelo e ne inibiscono la ricrescita agendo direttamente sul follicolo pilifero.

Anche se l’effetto ottenuto con queste tecniche è duraturo, sia il laser che la luce pulsata non possono essere propriamente definiti metodi di epilazione definitiva. I peli infatti, seppur indeboliti e nettamente diminuiti, non vengono eliminati in toto in modo definitivo poichè la loro ricrescita, soprattutto in alcune aree del corpo, è fortemente soggetta a fattori ormonali. Pertanto per utilizzare una terminologia corretta sarebbe bene parlare piuttosto di epilazione permanente.

Luce Pulsata Come Funziona

HoMedics Iluminage Elos Me TOUCH_1
HoMedics Iluminage Elos Me TOUCH_1

La luce pulsata ad alta intensità, indicata con l’acronimo IPL (intense pulsed light), è una tecnologia innovativa derivata dal laser che si basa sulla conversione dell’energia luminosa in energia termica per agire in modo mirato su una serie di problematiche. La luce pulsata infatti non viene utilizzata solo per l’eliminazione dei peli superflui, ma può essere sfruttata con diverse lunghezze d’onda anche per il fotoringiovanimento e per l’attenuazione ed eliminazione di discromie, lesioni capillari, couperose e rughe.  Grazie a dei filtri specifici infatti consente di agire su diversi bersagli specifici, dalla melanina dei peli o delle macchie cutanee, ai capillari per la couperose o la rosacea. Ad esempio, nel caso specifico della depilazione a luce pulsata, l’impulso luminoso emesso ha come bersaglio target la melanina contenuta nei peli.

Il fascio di luce pulsata viene assorbito dalla melanina pilifera e si trasforma in energia termica, questo processo genera molto calore andando a distruggere in modo mirato e selettivo le molecole responsabili della ricrescita del pelo. In questo modo il bulbo pilifero viene danneggiato riducendone la capacità di ricrescita. L’efficacia della epilazione a luce pulsata è strettamente legata sia alla melanina contenuta nei peli che a quella della pelle, una pelle troppo scura infatti rischia di venire danneggiata con discromie e scottature a causa dell’elevata presenza di melanina. Carnagioni chiare e peli scuri invece sono l’ideale per questo tipo di epilazione e sono quelli che consentono di ottenere i migliori risultati con una diminuzione dei peli superflio oltre l’80%. Vice versa, i peli chiari (bianchi, biondi, rossi e grigi) a causa dell’assenza o della scarsa pigmentazione non assorbono in modo efficace il raggio luminoso che quindi non risulta efficace.

Qualche Dettaglio Tecnico


Gli epilatori a luce pulsata sono costituiti da una speciale lampada allo xeno o al quarzo e da un accumulatore energetico che generano un intenso fascio di luce per illuminare la zona da trattare con brevi impulsi luminosi, mentre un apposito filtro ottico si occupa di schermare i raggi dannosi. I fattori principali che consentono alla luce pulsata di agire efficacemente contro i peli superflui sono 3:

  • Lunghezza d’onda
  • Durata dell’impulso
  • Densità d’energia

grafico luce pulsataLa lunghezza d’onda emessa dalla luce pulsata è il parametro più importante e fondamentale.  Infatti, le specifiche molecole, target ( o cromoforo) dell’impulso luminoso, assorbono in modo selettivo determinate lunghezze d’onda Durante l’assorbimento, l’energia luminosa si converte in energia termica generando nel target molto calore che consente  una distruzione mirata delle molecole bersaglio senza danneggiare i tessuti adiacenti, questo processo è detto appunto Fototermolisi Selettiva. Per questo motivo è fondamentale che la lunghezza d’onda emessa dall’epilatore sia corretta, nella luce pulsata i valori del fascio di luce variano dai 370 nm ai 1200 nm, ma il Decreto Legge n. 206 del 15 ottobre 2015, modifica del precedente decreto n. 110 del 12 maggio 2011, fissa l’ intervallo delle lunghezze d’onda per la depilazione a luce pulsata nei centri estetici tra i 600 e i 1100 nanometri. Gli epilatori a luce pulsata casalinga non sono dotati di lungheza d’onda regolabile, ma risultano già preimpostati a norma di legge.

La durata dell’impulso invece influisce in larga parte sull’efficacia e sicurezza dell’azione della sorgente luminosa e, per essere efficace deve essere più breve rispetto al tempo di rilascio termico (TRT). Il rilascio termico è il tempo che una struttura biologica impiega a perdere il 50% del suo calore, se dunque l’impulso fosse più lungo la zona trattata non farebbe in tempo a raffreddarsi con il rischio di scottature e discromie. Questo fattore però non influisce sulla scelta dell’epilatore poichè  gli strumenti per la luce pulsata casalinghi hanno una durata dell’impulso già tarata e preimpustata per garantire una totale sicurezza.

La densità di energia invece può variare da un modello all’altro e determina l’intensità con cui il fascio di luce andrà a colpire il target.  Tecnicamente la densità di energia è il rapporto fra la potenza di emissione e la dimensione della superficie irradiata dal fascio luminoso ed è`espressa in J/cm2. A differenza degli epilatori per uso professionale che vanno dai 13 J/cm2 ai 25 J/cm2 per quelli con impianto di raffreddamento, gli epilatori per la luce pulsata a casa sono molto meno potenti e variano solitamente tra i 4 e gli 8 J/cm2 a seconda dei modelli o del marchio.

Come Agisce la Luce Pulsata sulle Fasi del Pelo

Come dicevamo, per essere efficace il trattamento a luce pulsata deve essere ripetuto periodicamente poichè è strettamente legato alle fasi di crescita dei peli. I peli superflui, infatti, non crescono in modo continuo, ma ciclico passando da un periodo di crescita ad uno di riposo, e prende il nome di ciclo pilare.

ciclo pilare
ciclo pilare

Il ciclo pilare è costituito da 3 fasi:

  • Fase anagen o di crescita: periodo in cui il follicolo genera il nuovo pelo che, affondando nel derma, diventa molto attivo sintetizzando cheratina e melanina.
  • Fase catagen: la fase successiva rappresenta invece un momento di regressione ( 2-3 settimane) e l’attività di sintesi della melanina cessa, il bulbo si stacca dalla papilla rimanendo collegato tramite un cordone epiteliale formato dalla guaina epiteliale esterna.
  • Fase telogen: detta anche fase di riposo, in questo periodo non viene prodotto nessun pelo e la sua durata può essere variabile poichè dipende da diversi fattori sia interni che esterni.
Una volta terminata la fase di riposo il pelo “vecchio” viene espulso ed ha inizio una la fase Anagen con la crescita di un nuovo pelo.  La durata del ciclo pilare così come la densità e la struttura dei peli, possono variare a seconda delle diverse aree del corpo.
E’ importante sottolineare inoltre che la crescita  dei peli non è sincronizzata e i diversi follicoli non si trovano mai tutti in fase Anagen nello stesso momento, ma solo il 20-30% e, proprio per questo motivo, il trattamento di epilazione a luce pulsata deve essere ripetuto più volte in modo da andare a colpire ogni pelo nel suo momento di maggiore attività. La depilazione a luce pulsata, così come quella con il laser, è efficace solamente sui bulbi dei peli in fase di crescita attiva Anagen e Pro-anagen poichè è in questo momento che il pelo sintetizza la melanina, target della luce pulsata. Solamente i peli in questa fase di crescita verranno distrutti correttamente dal fascio luminoso, mentre quelli in altre fasi ricresceranno dopo circa un mese e, per eliminarli, sarà necessario un altro trattamento. Il numero di sedute necessarie per una depilazione completa può variare da persona a persona ed in base alla zona da trattare.

 

 

La nostra recensione ti è utile? Aiutaci mettendo Like alla nostra pagina!